IL CONTATTO. I SUOI CONFINI.

I confini di contatto

PicassoIl contatto. I suoi confini. 

Il contatto. I suoi confini. Là dove entriamo in contatto con il “resto del mondo”, lì sono i nostri confini.

Il contatto. I suoi confini. Questi confini non separano l’organismo dall’ambiente, proteggono e delimitano entrambi, permettendo buoni contatti organismo-ambiente.

Sperimentare i confini di contatto è  scelta: incontro l’ambiente e prendo consapevolmente da esso  ciò che per me è buono,  lasciando ciò che è nocivo

Sperimentare i confini di contatto è rischio: organismo e ambiente sono mutevoli e in rapporto dinamico, il rapporto è costruito secondo il riconoscimento dei bisogni del momento

Sperimentare  i confini di contatto è accrescere la nostra consapevolezza della realtà, imparando a stare in, e con, essa nel miglior nostro modo possibile.

Ci soccorrono le nostre potenzialità / abilità di adattamento creativo, grazie alle quali possiamo sostenere la nostra crescita e quella del campo vitale in cui conduciamo la nostra esistenza.

Nel laboratorio verranno proposte esercitazioni di carattere corporeo, che ci permetteranno di sperimentare le nostre modalità di contatto, nonché la nostra consapevolezza dei confini lungo i quali esercitiamo i nostri contatti.

Si partirà dalla nostra pelle, come primo confine tra noi e il mondo, per iniziare un percorso di relazione nei confronti dell’ambiente composto da spazio, oggetti e persone.

E’ richiesto un abbigliamento comodo e calze antiscivolo.

Ogni esercitazione sarà seguita da momenti di condivisione guidata, di gruppo, delle esperienze vissute.

Per INFO ed ISCRIZIONI

CONTATTACI.

Oppure, chiamami al 3462213788 (Simona Gentile)

Share Button

0 Comments