Meditazione. Ascolto. Presenza.

Laboratorio di: Meditazione, Ascolto, Presenza, Momenti di Non fare.

Dal 12.01.2017, tutti i Giovedì, dalle 19.00 alle 21.00, Torino, via Dronero 2.

Sala Formazione, Scuola IN Counseling – Lo Specchio Magicoanimali 21

Basta abbandonarsi al correre delle cose. Senza cacciare i pensieri e senza tenerli. La mente da sola è purezza e infine da essa emerge la chiarezza e la purezza naturali“. (Tao-hsin)

Sederci in silenzio. Semplicemente seduti. Restare in ascolto del respiro. L’aria che entra e che esce dal naso, entra fresca ed esce un po’ più tiepida. Riusciamo a sentirla? Il ventre si alza e si abbassa. Osserviamo i pensieri che si presentano ma lasciamoli andare, senza attaccarci ad essi, senza in/seguirli. Lasciamo andare ogni ricerca del piacere così come il fuggire da ciò che non ci piace, osserviamo il corso della mente …

Voglia di stare e… Non fare!

Occorre provare per accorgerci come questo semplice “stare” permetta di abbandonare le tensioni e di entrare in contatto con l’energia che scorre.

Bisogna provare a “so/stare” per accorgersi di quale peso sopportiamo quando ci attacchiamo ai pensieri, alle credenze, a ciò che crediamo debba essere giusto, in un certo modo … o come piace a noi!

Osho diceva “smettete di fare, osservate!”. Questo è “Non fare” e questo è ciò che proponiamo nel Laboratorio di “Meditazione, Ascolto, Presenza”.

Questo “Non fare”  non è da confondere con il far niente, con quel far niente che consideriamo relax di pausa tra un’attività ed un’altra, ne’ dobbiamo confonderlo con il non pensare a niente.

Questo “Non fare” è il modo per conoscere la nostra mente e per osservarne il suo fluire, riconoscendo anche la nostra difficoltà a lasciarla fluire nella sua naturalezza, senza porre limiti, senza cercare di disciplinarla, senza obiettare, senza giudicare … semplicemente osservarla, abbandonando ogni presa  ed ogni peso!

Meditiamo, ascoltiamo, impariamo ad essere presenti a noi stessi ed al mondo intorno a noi, avviando così un nostro personale percorso di consapevolezza …

Voglia di … leggerezza!

Leggerezza dell’essere. Liberarci dai pesi che ci impediscono di prendere il volo. Pesi materiali e pesi mentali, persone, cose, pensieri a cui siamo legati meccanicamente, automaticamente. Abitudini alle quali siamo affezionati, dalle quali facciamo fatica a separarci e dalle quali sembra essere un peso insostenibile l’allontanarci.

folon-volare-nei-sogni leggerezzaPrendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni nel cuore. (Italo Calvino)

In questo laboratorio di meditazione, Ascolto, Presenza, ci fermeremo un momento a guardarci con affetto, compiendo così il primo atto di leggerezza: lasciare da parte il nostro giudizio.

Un atto che ci permetterà di guardare le cose per come sono e non per come “dovrebbero” o “vorremmo che” fossero.

Un atto che ci permetterà di ascoltare ed ascoltarci, osservare come siamo, cosa facciamo, cosa sentiamo, quali emozioni proviamo.

Un atto che ci aiuterà  a “lasciare andare”, senza scacciare, né distruggere, solo lasciare andare quello che ci appesantisce.

Il laboratorio è uno spazio per fare “esperienza”, una palestra dove allenare le nostre capacità di ascolto, di osservazione di contatto consapevole con la nostra esistenza.

E’, inoltre, un luogo di relazione, di accoglienza, di scambio e di scoperte … spesso sorprendenti!

Durante l’incontro si eseguiranno alcune esercitazioni mutuate da pratiche di meditazione, seguite da momenti di condivisione e commenti delle esperienze. È consigliato un abbigliamento comodo, il tappetino per sdraiarsi, il cuscino per sedersi, calzettoni per camminare.

Il laboratorio si avvierà con cadenza regolare giovedì 12 gennaio 2017, ore 19.00 -21.00

Per INFO ed ISCRIZIONI

CONTATTACI.

Oppure, chiamami al 3494162561 (Paolo Schifano)

Share Button

0 Comments