fbpx

Il Manifesto della Formazione IN Counseling.

La Formazione IN Counseling, in 10 punti.

Premessa:

La Scuola IN Counseling – Lo Specchio Magico Torino – mira a formare delle persone esperte in gestione delle relazioni umane; uomini e donne con particolare sensibilità, munite di buon intuito e saggezza; persone dotate di superiore consapevolezza ed intelligenza emotiva e di spiccato senso di responsabilità individuale e sociale.

  1. Il Counseling è un processo dialogico-relazionale volto ad aiutare, chi ne fa esperienza, a produrre in sé stesso uno stato soggettivo di migliore percezione complessiva delle situazioni problematiche che sta vivendo, tale da ritrovarsi in possibilità di gestirle meglio. Il Counseling è un metodo di relazionarsi  e di rispondere agli altri basato sull’accoglienza, l’ascolto attivo ed empatico, l’osservazione non giudicante, la restituzione/condivisione empatica di, ed il confronto su, quanto accolto, ascoltato ed osservato senza giudizio; il tutto agito con tecniche di comunicazione efficace ed empatica.
  2. Il Counseling è una relazione interpersonale che necessita, sostanzialmente, di “Saperi” legati al “Fare” e all’ “Essere”. Del “Saper Fare”, riconosciamo il saper accogliere, saper ascoltare empaticamente ed attivamente, saper osservare in assenza di giudizio, saper confrontare, restituire, condividere con modalità di comunicazione efficace ed empatica. Del “Saper Essere”, riconosciamo il saper essere sensibili ed emotivamente consapevoli, soggettivamente responsabili, presenti, affidabili, maturi, empatici, onesti, autentici, assertivi, proattivi, creativi, saggi.
  3. Essendo il Counseling un’attività centrata su specifici saperi del “fare” e dell’ “essere”, la Formazione IN Counseling non può che essere d’ordine pratico-esperienziale, fondata su modalità pratiche di “descrizione”, “racconto”, “visualizzazione”, “sperimentazione” ed “allenamento” dei “Saper Fare” e dei “Saper Essere” che lo caratterizzano; il tutto ruotante intorno all’ascolto, come esperienza continuamente vissuta e richiamata in ogni momento di Formazione IN Counseling; ascolto che, in quanto vero e proprio  centro gravitazionale di ogni attività di Counseling, poniamo così come focus di ogni nostra esperienza formativa IN Counseling.
  4. Ciò nonostante, e per meglio rendere possibile la nostra Formazione IN Counseling, può accedere alla stessa solo chi ha, o dimostrerà di potersi dotare di, una cultura di base in grado di comprendere l’uomo, nei suoi aspetti esistenziali di crescita e sviluppo,  di volontà e di motivazioni, di emozioni e sentimenti; una cultura di base in grado di permettergli di comprendere quali siano le relazioni socio-culturali che ci influenzano, a quali influssi mentali, fisiologici, spirituali siamo assoggettati, come tutto questo si sia declinato storicamente. La Formazione IN Counseling assume tutto questo come sfondo, lo richiama e lo specifica ad ogni occorrenza, quando serve a meglio educare alla gestione delle dinamiche tecnico-pratico-esperienziali proprie di ogni buona relazione di counseling.
  5. Per aiutare i nostri allievi ad apprendere le conoscenze, teorico-culturali, utili all’esercizio della professione del counselor, la Scuola IN Counseling Lo Specchio Magico Torino mette a loro disposizione un apposito “Manuale per la Formazione IN Counseling”, accessibile a Tutti, perché pubblicato, gratuitamente, sul web (puoi accedervi cliccando QUI). libriInoltre, la Scuola IN Counseling Lo Specchio Magico Torino ha individuato e tiene aggiornata, una bibliografia di riferimento, da fornire ai propri allievi, utile ad inquadrare quanto espresso nei precedenti punti e a rappresentare, al meglio, il nostro modello teorico-concettuale di maggior ispirazione: la “Gestalt”.
  6. La Scuola IN Counseling Lo Specchio Magico Torino accoglie e lavora solo con formatori e trainer con cultura ed esperienza tale da poter gestire, all’occorrenza, ogni tipo di collegamento e rimando al modello culturale e alla bibliografia di cui al precedente punto, durante ogni sessione scolastica di formazione pratico-esperienziale IN Counseling.
  7. I trainer della Scuola IN Counseling Lo Specchio Magico Torino hanno la responsabilità di aiutare, ad hoc, i propri allievi, nell’apprendimento di ogni supporto teorico culturale utile alla loro formazione, nonché di verificarne i progressi.
  8. La Formazione IN Counseling, alla Scuola IN Counseling Lo Specchio Magico Torino, è organizzata in una successione di moduli formativi gestiti attraverso esercitazioni in grado di mettere a punto i “Saper Fare” e i “Saper Essere” necessari per fare counseling. Tali esercitazioni sono giochi di ruolo, drammatizzazioni, espressioni e/o esercizi a corpo libero e/o con strumentazioni di vario tipo; sono esercitazioni di scrittura, pittura, scultura, training centrati sul pensiero, sull’immaginazione, sul respiro, sulla meditazione; sono training volti ad esercitare le capacità di accoglienza, ascolto attivo ed empatico, nonché le capacità di osservazione non giudicante,  di condivisione, restituzione, confronto e di comunicazione efficace ed empatica; sono training prevalentemente di gruppo e, all’occorrenza, individuali. Particolare rilievo, quantitativo e qualitativo, nel percorso di Formazione in Counseling, è dato all’organizzazione di vere e proprie sessioni di Counseling, individuale, di coppia e di gruppo, gestite dagli stessi allievi.
  9. Elemento ineludibile del nostro percorso di Formazione IN Counseling è il lavoro personale di conoscenza di sé, delle proprie difficoltà emotive, socio-relazionali ed esistenziali, un lavoro di vera e propria scoperta di se stessi e di “ripulitura” delle proprie istanze nevrotiche che, altrimenti, renderebbero improponibile il proprio fare counseling; tale “lavoro” viene svolto da ciascun allievo della Scuola IN Counseling Lo Specchio Magico Torino, in ogni sessione formativa di gruppo e, alla bisogna, in apposite sessioni individuali con i trainer della scuola.
  10. Data la delicatezza, e lo spessore, dei “Saper  fare” e dei “Saper Essere” che la nostra Formazione IN Counseling si ripromette di strutturare, la stessa dura almeno tre anni, comprende un minimo di 450 ore di formazione teorico-pratica di gruppo, un lavoro personale di conoscenza di sé e di rielaborazione dei propri atteggiamenti mentali e comportamentali di almeno 100 ore, un tirocinio professionale di almeno 450 ore, suddivise in 150 ore di attività pratiche di Counseling e in 300 ore (stimate forfettariamente) di scrittura di una tesi finale centrata sulla rielaborazione teorico-narrativa della propria esperienza di Formazione IN Counseling e redatta in stretta collaborazione con la direzione scolastica; per un totale, quindi, non inferiore alle 1000 ore di formazione/lavoro. E’ questo un tempo ed un monte ore formativo minimo indispensabile per la nostra Formazione IN Counseling; formazione  che, nel preparare Professionisti Counselor, mira a formare delle persone esperte in gestione delle relazioni umane; uomini e donne con particolare sensibilità, munite di buon intuito e saggezza; persone dotate di superiore consapevolezza ed intelligenza emotiva e di spiccato senso di responsabilità individuale e sociale.

Se sei interessato alla Formazione IN Counseling, CONTATTACI

Domenico Nigro.

Direttore didattico Scuola IN Counseling, Lo Specchio Magico – Torino.

Share Button

0 Comments