Un libro che a leggerlo vien voglia di ascoltarlo

Un libro che a leggerlo vien voglia di ascoltarlo.

L’ho scritto.

Volevo che fosse bello, appassionante e che insegnasse qualcosa di importante.

L’entusiasmo che ci ho messo lo sto ritrovando in chi l’ha già letto e me ne parla.

Se lo leggerai anche Tu, entrerai nella vita di persone “comuni” alle prese con eventi, per loro, “straordinari”, di crisi dell’esistenza.

Se lo farai “stando in ascolto”, imparerai molto ed avrai intuizioni sorprendenti.

Cosa intendo con “stando in ascolto”?

L’ascolto di cui parlo è quello di chi fa Counseling, quell’attenzione “propriocettiva” che si traduce nel saper stare in una relazione rendendosi conto di cosa si stia provando, come questo stia accadendo e come il tutto sia collegato a quanto sta succedendo all’altro.

Chi si rivolge al Counseling, lo fa perché sta vivendo una qualche difficoltà esistenziale alla quale non riesce a far fronte da solo, e vuole quindi farsi aiutare.

Il bisogno d’aiuto esistenziale ed un suo possibile modo di soddisfarlo è la “materia” di questo libro, che non ha quindi velleità “teorico-scientifiche”, ma fa una cosa che non viene praticamente mai fatta: fa vedere il Counseling in azione.

Leggendolo ti immergerai in appassionanti storie di vita reali e potrai scoprire, come in una “presa diretta”, cos’è il Counseling, cosa lo caratterizza, in cosa consiste:

– particolare capacità d’accoglienza;

– osservazione non giudicante;

– particolare Ascolto attivo, empatico, non giudicante;

– particolare Condivisione di ciò che si è osservato e ascoltato, senza giudicare.

Il valore della vita quotidiana di noi tutti è il vero protagonista di questo mio libro.

Leggendolo, scoprirai l’utilità del Counseling ed il saperlo fare.

Si intitola: “L’esistenza e le sue crisi. Storie di vita e di counseling”, Edizioni La Rondine.

Lo trovi in libreria. Lo acquisti “on line”.

Buona lettura.

Domenico Nigro.

CONTATTAMI,

anche per aver informazioni sulla Scuola IN Counseling, che dirigo.

Share Button
default

0 Comments