fbpx

LABORATORIO DI PRATICA DEL COUNSELING, on line, fenomenologico, esperienziale.

Il laboratorio di pratica del counseling che qui propongo è un’occasione, per chi è già counselor e/o per chi sta per diventarlo, di fare esperienza di come e quanto il modo di stare in relazione del counselor e la dialogicità counselor-cliente possano essere leve di attivazione e sviluppo dei processi di consapevolezza che caratterizzano la relazione di counseling.

Punto di forza di questo laboratorio è, sorprendentemente, il setting on-line, che “costringe” ad una maggiore valorizzazione di tre dinamiche relazionali centrali nel modello fenomenologico di counseling qui preso a riferimento e di cui, con questo laboratorio, propongo di fare esperienza:

  1. l’ascolto propriocettivo, come modo di stare in relazione
  2. l’empatia del counselor, che ne risulta, nei confronti del cliente
  3. la dialogicità, processuale, counselor-cliente

Il presente laboratorio si ripromette di sviluppare nei partecipanti il proprio “saper far counseling”, migliorandone le capacità di ascolto, di empatia e di confronto critico, dialogico-processuale, non violento.

Il tutto si svolgerà per il tramite della messa in atto di singole sessioni di counseling, al cui svolgimento il gruppo di partecipanti sarà chiamato a contribuire.

Alla base del laboratorio di pratica del counseling qui proposto risiede l’idea che counseling e relazione siano un binomio non rescindibile, che il counseling, più che essere una relazione d’aiuto, sia una relazione CHE aiuta: aiuta a stare meglio e a meglio affrontare i problemi del vivere quotidiano.

Con la proposta e la gestione di questo LABORATORIO DI PRATICA DEL COUNSELING, voglio dar corpo alla, e dimostrazione della, definizione di “Relazione di counseling”, che attualmente mi sta più a cuore e di cui, nel laboratorio stesso, più mi sforzerò di dare prova:

 “La relazione di counseling è quella relazione che sostiene le possibilità di un sano confronto, counselor-cliente, volto a far scoprire al cliente cosa può fare, e come, di più utile e funzionale alla soddisfazione dei propri bisogni; “un qualcosa e un come” che non è dato aprioristicamente, come verità scientifica (o esoterica) di cui il counselor è depositario e portatore; un “qualcosa e un come” che emergerà, creativamente, dal confronto sul valore ed il senso delle esperienze vissute nella stessa relazione di counseling” (cit. “Il Manuale per la Formazione IN Counseling”)

Il LABORATORIO DI PRATICA DEL COUNSELING, qui proposto, è gestito da me stesso, Domenico Nigro, direttore Scuola IN Counseling Lo Specchio Magico Torino e Formatore AICo.

Si partecipa su piattaforma Zoom, tutti i martedì , dalle 18.00 alle 20.30.

Costo di partecipazione:

40 €, per ogni singola volta

50 €, per due partecipazioni (consecutive o con intervallo di una settimana)

60 €, per un ciclo di tre incontri.

Per info ed iscrizioni, CONTATTAMI.

Share Button
default

0 Comments